mercoledì 26 novembre 2014

Valentino Negri, un rocker dall'animo on the road.


“Distratto dalla vita ”, ripete spesso mentre si racconta, si definisce un musicista dall’animo “on the road”.
Un fare genuino, un’aria pulita, ed un curriculum di tutto rispetto; è questa la prima fotografia di Valentino Negri;  soffermandosi un po’ di più arrivano una voce singolare, una preparazione impeccabile, ed una bravura imbarazzante … non si rende totalmente conto di quant’è emozionante la sua musica, glielo faccio notare ( e non che io non ci capisca proprio nulla!), mi sorride, gli occhi gli brillano, ( io nel mentre le sue canzoni le canticchio già nella mente) sospira ed imbarazzato sospira ancora, ri sorride e mi guarda  senza parole; è li che comprendo che ha anche questa particolarità tipica delle “ personalità belle e dannate”.
Good!





Abbandonati per un po’ i coinvolgenti convenevoli, per chi se lo ritrova davanti, rivestirlo di un solo appellativo diventa davvero difficile; le etichette sarebbero tutte  “un po’ riduttive” , di fatto davanti alla sua musica, stile e bravura mi lasciano piacevolmente disarmata ( il che non succedeva da tempo);  nell’immediato sospiro anch’io, mi impegno, e quel che mi vien da dire è: “ i musicisti veri sanno scriverla, cantarla e suonarla, e Valentino Negri, ne è finalmente la conferma”.
“ Sono un ragazzo come tanti, venuto su a suon di ninna nanne rock  ( è figlio d’arte, il padre è stato un musicista per grandi nomi della musica –  nrd -) ho avuto la fortuna di viaggiare tanto  sin da piccolo;  mio padre mi parlava dei grandi della musica, me li suonava, poi mi portava in giro con lui per le tournée mondiali; ho conosciuto  personaggi definiti “ i grandi della musica del pianeta ”, ne sono stato attratto, coinvolto, contaminato, a tratti travolto … è stato quindi poi del tutto naturale ritrovarmi adulto e musicista”.



Se ti chiedessi un luogo nel mondo che ti ha maggiormente colpito?
 “ Certamente la Californa. Li ho vissuto anni e situazioni indescrivibili, che mi hanno dato davvero tanto; a tutt’oggi la mia musica porta dentro quei suoni, quei colori, quegli insegnamenti … non so spiegartelo fino in fondo, posso solo dirti che è stato tutto una figata pazzesca ”.

 Calibrato il tiro, chiedergli che genere fa sembra davvero idiota, ma il giornalismo è prima di tutto informazione,  sorrido un po’ persa ( di fatto con le parole mi sento artista un po’ anch’io)  dal soggetto, e procedo:  
“ So di essere “ rock’n’roll fuck the world “ ma i generi che ascolto ed in cui mi cimento sono molto diversi tra loro; quindi non posso dirti che la mia musica ha un gusto solo. E’ indubbio poi che per il mio background e per gli artisti con cui mi trovo a collaborare, anche nelle diverse parti del mondo, rimango influenzato e contaminato; per uno come me che  respira  musica e non aria,  lo trovo naturale; quindi quel che posso dire con certezza, che più che far vivere nelle mie produzioni un genere solo, cerco di far si che queste prima di tutto siano in grado di trasmettere emozioni; è cosi che per me la mia musica sta in piedi … l’andare avanti poi innesca tanti altri meccanismi che sono quelli dello show business, dei luoghi comuni, dei passaggi obbligati dei sistemi ecc… che conosco, e che non sto qui a dirti quanto siano per me poco rock’n’roll”.  
 Simpatico e concreto, “ arrivare, arriva “ , quindi cerco di saperne di più; nel mese di ottobre è uscito un tuo EP, che mi dici?
“ Ti dico che è un anteprima del mio primo album, che spero possa essere pronto per  marzo/aprile 2015; l’ep contiene due miei brani inediti , uno che gli dà il nome che è “ Due metri sotto terra ”, e l’altro “ Suono piano” che è un pezzo che è stato  “ ghost track” dell’album “ Fuori Target “ di Drupi ( Valentino è vicino al cantante pavese da sempre – ndr).  
“Due metri sotto terra “ , è un pezzo di sfogo, una sorta di  esplosione rock quasi metal, chi si identifica capisce molto bene cosa sto cercando di dire, “ Suono piano “ invece  è  un brano molto più melodico, una ballade sempre rock, ma dai toni più soft” .

( per i brani dell'Ep di Valentino Negri:
iTunes: https://itunes.apple.com/us/album/2-metri-sotto-terra-single/id932768551 )
 “L’album?”
“ L’album a cui sto lavorando avrà 15 pezzi, (e di questi produrrò almeno 3 videoclip), tutti inediti, e diversi tra loro, questo perché ho voluto proprio godermi il lavoro, misurandomi in generi e stili che sento miei, e con i quali so di poter dare davvero qualcosa di mio.
Nell’intera produzione, poi,  ci tengo a dirlo, mi supporta la mia Band storica “ The Rox “; i ragazzi  per me non sono semplici collaboratori, ma una vera e propria famiglia… con loro ho condiviso annate, concerti, esibizioni, vittorie e delusioni, e credo che questo sia uno degli ingredienti fondamentali per poter fare musica di qualità.
Se non fai vivere quello che fai, non vai da nessuna parte” .
Mentre l’ascolto parlare, sfoglio tra le mani il suo curriculum, ci sono nomi, situazioni,  brani, produzioni, che sono una vera e propria garanzia di qualità; decido però di non perdere tempo prezioso nell’elencarli,  (i miei esercizi alla sintesi stanno dando i primi frutti ) e passo, (e vi invito a fare altrettanto), all’ascolto dei brani,  che, neanche a dirlo, consacrano all’uniscono le premesse.
Non aspettatevi produzioni omologate, quasi forzate, e decisamente bruciacchiate dalla velocità dei celebri quanto invadenti Talent, ma un lavoro che sa di vero, al sapore di una “gavetta”  ( non a caso) stravissuta, straviziata, … stralunata.  
“ Valentino, mi viene da chiedergli mentre mi riprendo dal mio viaggio ( d'altronde dalla musica non vogliamo questo?), come ti vedi tra vent’anni?, cosa vorresti  per la  tua musica?
" Vorrei che fosse esattamente come l’amore, un’emozione che attraversa il tempo”  

                                 e se non è rock questo, non so cos’altro lo possa essere! …
                                                                                                                                         Deborah Brulard
Valentino Negri:

MENTRE andava in scena la nostra chiacchierata il sito ufficiale di Sanremo rendeva noti i sessanta finalisti candidati alla selezione per le "Nuove Proposte" Sanremo 2015.
Il brano di Valentino " Se " è in lista, Valentino parte per questa nuova avventura ....

http://www.sanremo.rai.it/dl/portali/site/news/ContentItem-30a22999-f523-42ff-8aac-7d26ddb040e0.html

come dire? .. sò ancora riconoscere la musica vera e d'autore!! ;) ...e giudicate voi ... prego ... il brano :

SE, Valentino Negri, : http://www.sanremo.rai.it/dl/portali/site/news/ContentItem-30a22999-f523-42ff-8aac-7d26ddb040e0.html

Deborah Brulard
  



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.